Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Perversioni

15 Febbraio 2013 @ 20:30 - 17 Febbraio 2013 @ 22:00

PERVERSIONI 

TRILOGIA D’INDAGINE SULL’UOMO – terza parte

Testo e Regia Gaddo Bagnoli
Produzione Federica Maria Bianchi
Attori Claudia Franceschetti, Igor Loddo, Andrea Magnelli, Marco Olivieri, Laura Rinaldi
Musiche Sebastiano Bon e Francesco Canavese
Realizzazione Scene Andrea Cavarra
Realizzazione Costumi Roberta Vincenzi


Con la collaborazione di IAN MAGILTON, ROY HART THEATRE

Lo spettacolo ha debuttato  il 24 febbraio 2011 al Teatro della Contraddizione di Milano, nella Stagione Sperimentale Europea 2010/2011

Dopo i primi due capitoli della Trilogia di Indagine sull’Uomo le Scimmie Nude hanno presentato PERVERSIONI, capitolo conclusivo della Trilogia.

Introduzione
Nella ricerca delle Scimmie Nude la perversione viene analizzata fuori dal ristretto ambito della patologia o degli attuali canoni sessuali della società. L’interesse si è concentrato sulla perversione come una capacità innata dell’uomo atta a travalicare gli stretti limiti della sua umana condizione. Consideriamo la perversione uno dei mezzi essenziali che l’uomo utilizza allo scopo di spostare in avanti le frontiere del possibile e di impedire che la realtà resti fissata una volta per tutte. L’uomo tenta di sfuggire dalla condizione personale e sociale cui è condannato per tutta la vita, una fuga dalle leggi e dalle relazioni che ha intrecciato dentro e attorno a sé stesso.

Lo spettacolo
Un tavolo, specchio delle perversioni di una famiglia, che diventa scivolo, letto, pulpito di un padre dispotico e gogna di un figlio impaurito e oppresso. Uno zio privo d’identità che perseguita una bambina, figlia di una madre inetta e depressa. Il circo delle perversioni delle scimmie nude. Un percorso realizzato anche con la collaborazione di Ian Magilton e del Roy Hart Theatre, uno dei centri di ricerca vocale più importanti al mondo.

La famiglia, schema strutturale dentro il quale si è scelto di muoversi, rappresenta l’intera nostra società. Una famiglia/azienda di sentimenti dove le perversioni ses¬suali sono solo un aspetto del problema e dove l’uomo è ad un tempo vittima e motore di esperienza per la sua stessa vita. Si crea una enig¬matica relazione tra perversione e creazione. Una creatività che scaturisce dalla sublimazione di tutti gli istinti sessuali racchiusi in noi. Sublimazione creativa che ci guida, nello spettacolo, a scoprire i meccanismi teatrali con i quali una moglie diventa schiava del marito e il marito di lei, ci aiuta a capire perché un padre ha bisogno d’inventarsi giochi di po¬tere per mantenere il controllo sulla propria famiglia, perché un bambino arriva a mangiare i propri escrementi, perché uno zio non resiste alla semplice malizia di una nipotina.
Cosa spinge l’essere umano al di là di sé stesso e di quella che chiamiamo “normalità”?

Esiste un nucleo perverso in ognuno di noi che può attivarsi in determinate circostanze personali o storiche. L’Umanità è di per sè perversa e questa sua peculiarità nascosta emerge, spesso a livello sociale. Oggi ci sembra quanto mai necessario indagare in questo campo, travolti, come siamo, da una rete di occupazioni e di relazioni che ci schiacciano sotto il peso della loro molteplicità, delle troppe libertà del corpo, del cuore e dello spirito: libertà che impediscono di scegliere veramente, quindi, di essere.

ESTRATTI DI RASSEGNA STAMPA

(rassegna stampa completa disponibile nella sezione Ufficio Stampa)

“I cinque personaggi si inseguono, si respingono, si umiliano, si abbracciano, si commiserano, costruendo loop esilaranti e tic parossistici. Sempre sorridenti nelle foto-ricordo, irriverenti  e crudeli come solo un familiare sa essere. Uno spettacolo che sa divertire toccando le corde più intime  e scuotere ponendo le domande più banali e quotidiane.”

Teatri Milano

 

“Uno spettacolo molto fisico con numerosi punti di contatto con il mondo del circo, in cui in alcuni momenti il tono grottesco lascia spazio alla confessione tragica”

Alibi on line

httpv://youtu.be/-TOMbBQPx84 

REPLICHE

Stagione Sperimentale Europea 2011, Teatro della Contraddizione, Milano

Teatro Verdi, Milano, 2013

PERVERSIONS

TRILOGY OF RESEARCH ON MAN- third part

Directed and written for the stage by Gaddo Bagnoli
Produced by Federica Maria Bianchi
Actors Claudia Franceschetti, Igor Loddo, Andrea Magnelli, Marco Olivieri, Laura Rinaldi
Original music by Sebastiano Bon e Francesco Canavese
Scene by  Andrea Cavarra
Costumes by  Roberta Vincenzi


With the collaboration of  IAN MAGILTON, ROY HART THEATRE

The premiere was in February  24th 2011 at Teatro della Contraddizione in Milan, Stagione Sperimentale Europea 2010/2011

In the research by Scimmie Nude Perversion is analyzed in  a way which is far from the narrow area of pathology or the current sexual meanings of society. Interest has been concentrated on Perversion as an inner inborn skill of man,  which is able to go beyond the narrow limits of his human condition. Perversion has to be considered as one of the existential means that Man uses to put the frontiers of the possible forward and to prevent reality from being set once for all. Man tries to escape his personal and social condition at any rate, it’s an escape from  the laws and the relationships he has established inside and around him.

A table, mirror of the perversions of  a family, which turns into a slide, bed and pulpit of  a despotic father and at the same time pillory of an oppressed and frightened child. An uncle without a precise identity who persecutes a child, the daughter of an inept and depressed mother. The circus of the perversions of Scimmie Nude. An artistic path achieved also thanks to the collaboration of Ian Magilton and the Roy Hart Theatre, one of the most important voice centers in the world.

The family,  the structural pattern which has been chosen, represents our whole society. A family/business of feelings where sexual perversions are only one side of the problem and where Man is at the same time victim and knowledge driving force for his own life. An enigmatic relationship between perversions and creation originates, a creativity which arises from the sublimation of all the sexual instincts we hide. The same artistic  sublimation drives us in the show to find out the theatre mechanisms through which a wife becomes the slave of her husband and vice versa making us understand the reason why a father needs to invent power plays to keep his family under control and the reason why a child goes as far as eating his own shit and finally the reason why an uncle doesn’t resist to the innocent naughtiness of a niece.

What drives a human being beyond himself and beyond what we are supposed to call “ normality”?

Man seems to wish to escape the social and personal situation to which he is condemned for all his life, an escape from the rules and the relationships he has established inside and around him.

Each of us has a heart of perversions which can be activated under specific personal and historic circumstances. Humanity is depraved in itself and that hidden peculiarity often comes out  at a social level. It seems at least necessary to look into this field, considering the way  we are overwhelmed by various events and relationships and by the freedom of the body, heart and spirit, freedom which prevents us from really choosing and therefore from being.

ESTRATTI DI RASSEGNA STAMPA

(rassegna stampa completa disponibile nella sezione Ufficio Stampa)

“I cinque personaggi si inseguono, si respingono, si umiliano, si abbracciano, si commiserano, costruendo loop esilaranti e tic parossistici. Sempre sorridenti nelle foto-ricordo, irriverenti  e crudeli come solo un familiare sa essere. Uno spettacolo che sa divertire toccando le corde più intime  e scuotere ponendo le domande più banali e quotidiane.”

Teatri Milano

 

“Uno spettacolo molto fisico con numerosi punti di contatto con il mondo del circo, in cui in alcuni momenti il tono grottesco lascia spazio alla confessione tragica”

Alibi on line

RERUNS

Stagione Sperimentale Europea 2011, Teatro della Contraddizione, Milano

Teatro Verdi, Milano, 2013

 

Dettagli

Inizio:
15 Febbraio 2013 @ 20:30
Fine:
17 Febbraio 2013 @ 22:00
Categoria Evento:
Tag Evento:
,

Organizzatore

Luogo